Percorso

Cerca

Accesso Utenti

Partners

 

 

Visitatori

Abbiamo 9 visitatori e nessun utente online

Il “Piano Regionale della Rete di Assistenza Sanitaria Territoriale 2019-2021”, in allegato, definisce l’offerta e il modello organizzativo funzionale dell’assistenza territoriale, e, in particolare, individua e descrive tra l'altro:

 il ruolo del distretto e dei dipartimenti strutturali (prevenzione, salute mentale, dipendenze);

 la riprogettazione delle cure primarie e del ruolo del MMG e dello specialista ambulatoriale;

 la configurazione delle strutture sanitarie e sociosanitarie intermedie fra ospedale e domicilio;

 i percorsi di cura a forte integrazione ospedale-territorio;

 gli strumenti di governance delle attività territoriali;

 il potenziamento degli attuali sistemi informativi e digitali a supporto della rete territoriale, nonché della telemedicina a domicilio;

 la definizione dei fabbisogni dell’offerta pubblica e privata accreditata, delle tariffe, nonché degli interventi di edilizia sanitaria programmati;

 il ruolo delle reti assistenziali in particolare di quelle connesse alle malattie croniche;

 il cronoprogramma delle azioni di riorganizzazione, della pianificazione attuativa aziendale e del relativo monitoraggio;

 la valutazione dell’impatto economico.

In particolare, l'aggiornamento dei manuali di autorizzazione e accreditamento avverrà entro 6 mesi dall’approvazione del piano (entro aprile 2020) e comunque in tempo utile e coerente con la definizione delle azioni e della relativa tempistica dei Piani Attuativi Aziendali.

Per la Pianificazione attuativa aziendale, le azioni di riorganizzazione risultano essere:

 Entro 60 giorni dall'approvazione del Piano (entro il 31/12/2019), la Regione emana Linee di Indirizzo per la redazione dei Piani Attuativi Aziendali, con le quali si precisano gli obiettivi, le procedure, le modalità operative nonché l’individuazione di specifici indicatori di monitoraggio per la valutazione in itinere dei piani attuativi aziendali, strutturati sulla base di quanto previsto nel Nuovo Sistema di Garanzia dei LEA.

 Entro 60 giorni dalla emanazione delle Linee Guida Regionali, le ASL elaborano il Piano attuativo, comprensivo degli indicatori di monitoraggio dei livelli di attuazione (crono programma) e degli effetti assistenziali ed economici.

 Entro 60 giorni dalla validazione regionale del Piano attuativo le ASL adeguano gli Atti Aziendali.

 Entro 30 giorni dalla approvazione del Piano, la Regione emana uno specifico documento relativo alla determinazione del fabbisogno regionale delle prestazioni di specialistica ambulatoriale